Tools

monasterodumenza

You are here: Home » La Comunità » Vita Fraterna
Sabato, 18 Ago 2018

Vita Fraterna

L'esperienza monastica benedettina è di stampo cenobitico, cioè comunitario. San Benedetto, al Capitolo I della sua Regola, lo dichiara esplicitamente poiché ritiene, in base a una esperienza ecclesiale e personale, che la comunità cenobitica sia una «specie fortissima» cioè una condizione di possibilità ottimale per vivere il Vangelo nell’obbedienza a Cristo. Ciò detto, si deve anche riconoscere che il padre del monachesimo occidentale non intende sopravalutare una figura di sequela e/o sminuire altre. Egli denuncia stili impropri per riaffermare che il modello cenobitico o comunitario è quello che corrisponde alla essenzialità dell’esperienza cristiana. All’inizio del cammino di sequela non vi è per il credente discepolo una iniziativa personale, ma una chiamata del Signore che risuona nell’annuncio esercitato dalla comunità cristiana (chiesa), e tutto il cammino avviene sempre nella Chiesa con la Chiesa. Di questa spiritualità comunionale - che è spiritualità tout-court - il monachesimo diviene segno. Tale segno è oggi è tanto più necessario, poiché la deriva del soggettivismo e dell’individualismo culturali rischiano di collocare la persona fuori dal suo ambiente naturale, comunitario e sociale. Noi monaci di Dumenza cerchiamo, con tutti i nostri limiti, ma con sincerità, di vivere il nostro essere corpo ecclesiale, in una esperienza spirituale che è insieme comunitaria e personale. Cerchiamo insiemedi crescere come discepoli del Cristo e figli del Padre. Desideriamo riconoscere insieme la misericordia di questa paternità che ci chiama a vivere insieme gioiosamente, a servirci con rispetto e sacrificio, a custodire nella carità il cammino di ciascuno.

Continua in questa categoria: « La Preghiera